Home / Salute / Alcol tra i giovani, è allarme

Alcol tra i giovani, è allarme

A lanciare l’allarme binge drinking è il ministero della Salute che denuncia 8,5 milioni di casi di abuso di alcol, soprattutto da parte di adolescenti di età compresa tra gli 11 e i 17 anni. Il motivo? Sentirsi accettati dal gruppo e sentirsi grandi, non tenendo conto delle conseguenze dell’etilismo.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms), un giovane fino ai 16 anni non ha un sistema nervoso completamente sviluppato e quindi non è in condizioni di assumere alte quantità di alcol. Secondo l’Oms, l’Italia è tra i paesi in Europa dove si beve meno alcol, i dati aggiornati al 2010, parlano di un consumo medio pro capite di 6,10 litri per la popolazione al di sopra dei 15 anni, un valore che quasi rientra nella media raccomandata dalla organizzazione per l’Europa che è di 6 litri annui.  L’italia non è la peggiore per l’Oms ma non può consolarsi avendo una percentuale di abitanti giovanissimi che sono i principali consumatori di alcol, considerando inoltre che l’etilismo comporta non solo malattie mortali come cirrosi epatica, tumori, tubercolosi ma anche innumerevoli danni al sistema nervoso che talvolta, colpito, porta anche al suicidio.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Cancro alle ovaie: ancora una condanna per il talco Johnson & Johnson

Il cancro alle ovaie potrebbe manifestarsi a seguito dell’uso frequente di alcune ...