Home / Cronaca / Assoldano due killer per uccidere il padre e accaparrarsi l’eredità: in manette 4 persone

Assoldano due killer per uccidere il padre e accaparrarsi l’eredità: in manette 4 persone

MODENA – Hanno finalmente un volto ed un nome gli aggressori di Luciano Pancaldi, l’anziano pensionato modenese assalito lo scorso 19 novembre a Vignola. Il settantaquattrenne in giro per le vie del paese è stato raggiunto da 9 coltellate che lo hanno ferito al viso ed al torace.

Sin dal primo momento le forze dell’ordine intuirono che dietro l’agguato difficilmente poteva celarsi un semplice tentativo di rapina. La deduzione, proprio nel corso di queste ultime ore, si è dimostrata veritiera: i carabinieri hanno infatti arrestato Cristina Pancaldi, figlia della vittima, e Fabio Rasponi, suo attuale fidanzato, con l’accusa di tentato omicidio aggravato dalla premeditazione. Insieme ai due parenti di Luciano Pancaldi, le forze dell’ordine hanno assicurato alla giustizia anche gli esecutori dell’aggressione.

L’anziano pensionato modenese, almeno secondo le prime ricostruzioni, sarebbe stato aggredito a causa di futili motivi: l’uomo infatti non aveva più rapporti con la figlia ed il genero da almeno un anno, ossia dall’epoca in cui, morta la moglie, nacquero dei problemi circa l’assegnazione dell’eredità della donna. Cristina e Fabio assoldarono allora due malviventi per uccidere Luciano Pancaldi, a delitto avvenuto i due assassini avrebbero ricevuto 10 mila euro ciascuno.

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Dieta estrema, morta donna a digiuno per 21 giorni

Una donna sarda di 57 anni è morta dopo aver osservato un ...