Home / Sport / Ballan trema. La Procura chiede 2 anni

Ballan trema. La Procura chiede 2 anni

Due anni di squalifica per Alessandro Ballan, inibizione a vita per il farmacista Guido Nigrelli, sette anni per il medico responsabile della struttura di Montichiari, Fiorenzo Egeo Bonazzi: sono le richieste della Procura antidoping del Coni al Tribunale nazionale antidoping (Tna), seconda sezione. Si tratta solo dell’inizio di un lungo elenco, quello dei deferimenti che seguono i rinvii a giudizio del Gup di Mantova sull’inchiesta che coinvolge la Lampre di Giuseppe Saronni e riguarda 28 persone. Francesco Tomei era stato assolto dal Gup Casari, ma il p.m. Antonino Condorelli ha presentato appello, così come il Coni. Accuse pesanti Per Ballan, la Procura ha fatto sue le conclusioni dell’inchiesta penale e non ha ritenuto «sufficienti» le giustificazioni dell’iridato 2008, che aveva sottolineato che nel periodo in cui aveva frequentato il centro medico di Montichiari era «sospeso» per motivi di salute. Secondo il deferimento (e l’accusa penale), avrebbe fatto uso di emotrasfusioni e per questo l’accusa è quella di violazione dell’art. 2.2 del Codice antidoping Wada (uso o tentato uso di pratiche o sostanze vietate), per cui la squalifica è la stessa di una positività: due anni. L’aver favorito l’uso del doping «costa» al farmacista Nigrelli (al centro anche dell’inchiesta penale, visto che nella sua farmacia di Mariana Mantovana si sarebbero «riforniti» di sostanze dopanti) una richiesta di inibizione a vita; per Bonazzi, responsabile medico del centro di Montichiari nel quale, secondo l’accusa penale, Ballan e altri corridori si sarebbero sottoposti alle emotrasfusioni, la richiesta è di 7 anni di inibizione. Nonostante Nigrelli e Bonazzi non siano tesserati, tutti saranno giudicati dalla seconda sezione del Tna come se fossero atleti di rilievo, in quanto i nomi «principali» assorbono il resto dei deferimenti. La Procura, a breve, dovrebbe provvedere al deferimento degli altri coinvolti nell’inchiesta, da Saronni a Cunego. Il Tna avrà tutte udienze singole ed è probabile che già entro fine anno ci siano le prime sentenze. La reazione «Cosa volete che vi dica?—attacca Ballan, che è alla Bmc e insegue una complicata ripresa dopo l’infortunio del 2012 —. Chissà che dopo tre anni si arrivi finalmente alla verità. Io sono fiducioso perché ho tutta la documentazione medica che certifica perché mi sono dovuto sottoporre a ozonoterapia e non, come qualcuno sostiene, a trasfusioni di sangue. Avevo il citomegalovirus, ero stato in ospedale ed ero sospeso dalla squadra. Ero in maglia iridata, volevo correre il Giro e mi avevano detto che con quella terapia sarei guarito prima. Ho fatto un’infinità di controlli e anche il mio passaporto biologico parla chiaro. Vi sembra giusta che venga massacrato?».

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Calcio, Juventus-Vidal: il Machester piomba sul cileno. Pronti 40 milioni di euro…

JUVENTUS-VIDAL- Mentre i bianconeri si preparano ad un finale di stagione da ...