Home / Economia / Forex: Euro in discesa

Forex: Euro in discesa

Questa mattina Mario Draghi, governatore della Banca Centrale Europea, al Congresso Bancario Europeo di Francoforte, ha dichiarato che il sistema statale deve intervenire sulla liquidità del Paese per contrastare il rischio di bassa inflazione. Il livello di inflazione deve essere riportato nell’area Euro intorno al 2%, arrestando così il processo di disinflazione dovuto all’elevato tasso di disoccupazione e alla debole economia dei Paesi Europei, che hanno portato il valore dell’indice dei prezzi al consumo allo 0,4% contro il valore dello 0,9% di un anno fa.

La politica da attuare immediatamente per tutti i paesi Europei è la QE (Quantitative Easing) in modo da riportare liquidità nel sistema.

La QE altro non è che la politica di alleggerimento quantitativo che consiste nella creazione di moneta da parte della Banca Centrale, che poi viene iniettata nel sistema tramite delle operazioni di mercato aperto, tramite l’acquisto di titoli e prodotti finanziari presenti sul mercato.

Questa politica prevede naturalmente anche degli effetti collaterali, come ad esempio il rischio di iperinflazione e non è una misura molto usata dai Paesi, che hanno comunque lo scopo di mantenere comunque il tasso di inflazione entro il limite massimo del 2%.

Questa notizia di oggi, ha avuto ripercussioni anche sul mercato dei forex (mercato dello scambio di moneta e valute), in quanto il valore dell’ Euro ha subito una variazione al ribasso perdendo quota rispetto alle maggiori valute concorrenti. In mattinata il valore del tasso di cambio Euro/Dollaro aveva il  valore di 1,2570, dopo la notizia ha subito una caduta repentina fino al valore di 1,2450.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

San Francisco, impiegata di “Eat24” critica l’A.D. e viene licenziata due ore dopo

La Yelp è un’azienda che conta tremila dipendenti in tutto il mondo ...