Home / Sport / Il Milan ritrova Giampaolo Pazzini

Il Milan ritrova Giampaolo Pazzini

Giampaolo Pazzini, sarà lui il bomber della Provvidenza? Qui al Milan bisogna votarsi a tutti i possibili… Santi pur di uscire dalla crisi di risultati che sta contaminando negativamente il campionato. Ormai ad Allegri sembra essere rimasto solo il Pazzo per tentare di invertire una tendenza più che mai negativa. Operato subito a fine campionato al ginocchio destro, Pazzini viene segnalato in recupero per l’inizio di dicembre. Ieri ha toccato il pallone, ha iniziato a riprendere confidenza con il suo habitat naturale. Infatti ha lavorato con Tassotti sul campo ribassato dietro la palestra eseguendo esercizi tecnicoatletici con il pallone. L’attacco milanista mai come in questo campionato appare così anemico e in difficoltà. In pratica finora è andato a segno 1 volta ogni 380′. Nonostante Allegri abbia potuto fare affidamento su Balotelli (si fa per dire: Balo è stato assente per 4 turni di squalifica e 1 infortunio in 12 giornate…) finalmente a tempo pieno, dall’inizio della stagione. Adesso il tecnico spera nell’apporto di Pazzini, l’attaccante che nella scorsa stagione con i suoi 15 gol aveva procurato 8 punti e con Balotelli che nella seconda parte del campionato ne aveva determinati altri 12. Allegri spera di riavere al più presto anche El Shaarawy che, comunque, aveva avuto il merito di sorreggere il Milan (14 gol nel girone d’andata) nella fase più delicata dello scorso campionato. Bisogna sottolineare anche il fatto che l’ex-interista è stato l’unico degli attaccanti rossoneri a non soffrire l’avvento di Balotelli. Lo stesso El Shaarawy è quasi del tutto scomparso, deresponsablizzato dalla presenza del «cannibale» che si è avventato su qualsiasi pallone giocabile, soprattutto sui calci piazzati. Inariditisi Robinho e Niang, Pazzini non ha mai perso la bussola continuando a segnare (7 reti nella seconda parte) e iniziando a far segnare Balotelli. Riuscendo a coniugare le sue caratteristiche da bomber vero, «rapace » in area di rigore con il genio e la sregolatezza di Super Mario. Mai permaloso, sempre disponibile, per nulla irascibile Pazzini ha dimostrato che la convivenza con Balotelli è possibile. A suon di gol… Il recupero a tempo pieno di Pazzini consentirà ad Allegri di tentare il rilancio del deludente Matri. Che ieri, confessandosi ai microfoni di Milan Channel, ha ammesso il suo disagio personale per il fatto che, finora, è riuscito a ricompensare la grande fiducia di Allegri con un solo gol (nel 2-3 a Parma). Confidandosi a Milan Channel l’ex-juventino ha ammesso che «per un attaccante il gol è la cosa più importante ». Matri ha messo in guardia i suoi compagni su eventuali brutte fugure, tipo Caen (0-3), che potrebbero avere ripercussioni assai negative: «Dovremo fare bene contro lo Young Boys. Questi sono “test” importanti che vanno affrontati con la giusta testa, altrimenti si rischiano figuracce. Abbiamo bisogno di fare bene anche se è solo un’amichevole perchè vincere aiuta a vincere». Non ci sarà il Pazzo, non ci sarà nemmeno El Shaarawy domani (ore 18,30) nel test amichevole di Berna dove Allegri collauderà l’ultimo arrivato Adil Rami che potrebbe essere affiancato al centro della difesa anche dal rientrante Bonera. Nella lista (non ancora ufficializzata) dei convocati dovrebbero figurare i portieri Gabriel e Coppola, torna a disposizione Nocerino che sembrava più indietro nel recupero post-infortunio ma ci saranno anche ben sette Primavera considerata l’assenza di nove Nazionali.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Calcio, Juventus-Vidal: il Machester piomba sul cileno. Pronti 40 milioni di euro…

JUVENTUS-VIDAL- Mentre i bianconeri si preparano ad un finale di stagione da ...