Home / Salute / In Italia si vive di meno: la crisi e la mancata prevenzione le principali cause di molti decessi

In Italia si vive di meno: la crisi e la mancata prevenzione le principali cause di molti decessi

L’aspettativa di vita in Italia ha subito nel corso di questi ultimi anni un brusco calo: si è passati da 80,3 ad 80,1 anni per gli uomini (quindi due mesi in meno rispetto al passato) e dagli 85 agli 84,7 anni per il gentil sesso (circa 5 mesi in meno).

Sebbene si tratti comunque di tempi brevi, il dato raccolto dall’Università Cattolica sembra essere specchio dell’attuale società attanagliata ormai perennemente da problemi quali la crisi e la malasanità. Pare infatti che una delle cause principali della riduzione dell’aspettativa di vita sia da ricercarsi nella povertà: in molti (si parla del 41% degli italiani), sono ormai impossibilitati a pagare costosi controlli o ad acquistare farmaci, hanno quindi preferito accantonare la prevenzione o peggio ancora non curare le proprie patologie.

Il dato, comunque poco rassicurante, dipenderebbe poi a parere degli esperti anche dalle interminabili liste d’attesa e dalla scarsa propensione da parte delle istituzioni ad investire nella prevenzione. Non è un caso quindi che le diagnosi di tumore al seno, al polmone e al retto siano aumentate vertiginosamente: tutte queste patologie infatti erano diventate più rare grazie proprio ai controlli preventivi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Cancro alle ovaie: ancora una condanna per il talco Johnson & Johnson

Il cancro alle ovaie potrebbe manifestarsi a seguito dell’uso frequente di alcune ...