Home / Svago / Spettacolo e Tv / In quattro si sfidano per il «trono» di «The Voice of Italy» vittoria Suor Cristina favorita

In quattro si sfidano per il «trono» di «The Voice of Italy» vittoria Suor Cristina favorita

Sta per calare il sipario sulla fortunata seconda edizione di The Voice of Italy. Stasera la gara finale avrà inizio alle 21.10 su Raidue e solo uno sarà il vincitore. Giorgia Pino, Giacomo Voli, Tommaso Pini e Suor Cristina Scuccia,questi i nomi dei quattro finalisti, di coloro che sono riusciti ad arrivare al cuore del pubblico. La diciottenne romana è nel team di Noemi e racconta: «Essere arrivata fino a qui è per me una grande vittoria. Se non dovessi vincere pazienza, mi metterei subito a studiare per gli esami di Stato che devo fare in ogni caso». Giacomo è di Correggio (come Ligabue), il rock quindi gli scorre nelle vene. A dare risalto alle sue innate doti ci ha pensato in questo percorso televisivo Piero Pelù. Voli spera di trionfare «perché è giusto che anche nel panorama musicale italiano torni in alto questo genere musicale. Ci esaltiamo per i gruppi rock esteri,ma anche qui da noi ci sono tanti artisti capaci ».Tommaso invece in questa importante esperienza ha incrociato la professionalità di Raffaella Carrà. Quest’ultima è stata spesso criticata per la scelta dei brani interpretati dal giovane fiorentino, ma lui non si èmai sentito penalizzato e spiega: «Anche quando ho dubitato, ad esempio con i Negramaro e One day, alla fine mi sono reso conto di aver imparato qualcosa in più. The Voice mi ha permesso di superare un blocco emotivo che mi portavo dietro emi ha fatto crescere professionalmente». Infine, Suor Cristina Scuccia, in team con J-Ax. «Con lui ho lavorato benissimo, è proprio vero che non bisogna giudicare dalle apparenze». E chissà se lei invece non ha subito proprio questo trattamento, se in sostanza qualcuno non abbia deciso di utilizzare (tra l’altro riuscendo perfettamente nell’intento) quell’abito come strumento di successo. Lei assicura: «Non avevo calcolato nulla e sono qui perché qualcun Altro mi ha mandato». Di barattare la sua vocazione con un disco non ci pensa neanche, «si perderebbe l’intento per cui ho partecipato a questo programma cioè portare ai giovane un Vangelo positivo, proprio come dice Papa Francesco». Per lei quindi che una suora partecipi a un talent è assolutamente normale. Sarà.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Belen Rodriguez e Stefano De Martino: storia d’amore archiviata o ritorno di fiamma?

Belen Rodriguez e Stefano De Martino hanno davvero scelto di separarsi? Il ...