Home / Sport / Le convocazioni pazze di Prandelli

Le convocazioni pazze di Prandelli

UEFA EURO 2012: ITALY NATIONAL TEAM; CESARE PRANDELLI PRESS CONFERENCENe sarebbero bastasti soltanto due in più (44) e si sarebbero sprecate battute e ironie. Il commissario tecnico della Nazionale di calcio italiana, Cesare Prandelli, invece si è fermato alla cifra di 42. È questo il numero convocati per i test di valutazione fisica (previsti lunedì 14 e martedì 15 aprile), al centro tecnico federale di Coverciano. Tornano ad assaporare l’azzurro Antonio Cassano (mai più chiamato dopo gli europei di due anni fa) e Stephan El Shaarawy, ma non ci sono Francesco Totti e neanche Luca Toni. Sono quattro le novità assolute: Berardi, Romulo (secondo oriundo chiamato dal ct dopo Paletta), Scuffet (portiere 17enne dell’Udinese) e Bernardeschi, 20 anni attaccante dell’Under 21 che milita in B con il Crotone. Non c’è Maggio, ancora convalescente per un un infortunio al torace. Gli azzurri sono stati divisi in due gruppi: il primo sosterrà i test nella giornata di lunedì, il secondo – che comprende i giocatori di Juventus,Milan e Udinese -martedì. Non sono stati chiamati, invece, i calciatori impegnati nei campionati esteri, non essendo questo test previsto dal calendario Fifa.Ma per alcuni di loro (per esempio Thiago Motta, Verratti, Sirigu o Giaccherini), le porte del Mondiale in Brasile sono ancora aperte. Tutti i convocati saranno sottoposti,martedì, a dei prelievi di sangue. Lo stesso giorno, ma nel pomeriggio, verrà presentata Un Amore Così Grande 2014, il nuovo brano dei Negramaro che farà da colonna sonora alle prossime partite dell’Italia. Le scelte di Prandelli sono coerenti con il lavoro fatto fino ad oggi. Il ritorno di FantAntonio, prima che dai giornali, era stato deciso dopo aver consultato i «senatori » dell’Italia, per avere il loro parere su un suo possibile ritorno Il ritorno di El Shaarawy è forse un premio di consolazione per un attaccante che Prandelli considerava moltissimo, ma che a causa degli infortuni è rimasto fuori dal giro azzurro per troppo tempo. C’è Pepito Rossi (che ieri si tornato ad allenarsi in gruppo con i compagni della Fiorentina), ancora convalescente dopo l’infortunio al ginocchio, ma manca Destro, escluso per il codice etico. Lo stesso ct,l’altro giorno,ha voluto ribadire l’importanza di questa scelta: « È nato il primo giorno di raduno quattro anni fa ed è stato concordato con i giocatori, che si sono detti d’accordo a non convocare chi la domenica precedente si è reso protagonista di gesti violenti. Ora si cerca di giustificare questi gesti, ma non si possono giustificare. E il problema è farlo capire ai dirigenti, disarmante che siano proprio loro a giustificare ».Dopo questa due giorni, una prima scrematura avverrà il 13 maggio, quando Prandelli ne ne sceglierà 35.Da questi poi la scelta finale sui 23 calciatori, il 3 giugno, che partiranno per il Brasile. Una decisione che sarà presa anche in base alle condizioni atmosferiche che gli azzurri troveranno in Sudamerica: «Il prossimo mondiale sarà molto impegnativo anche dal punto di vista fisico per cui la condizione atletica sarà uno degli elementi che mi può aiutare nella scelta». E allora, esclusi gli imprevisti, c’è da capire bene quali atleti possono dare più certezze dal punto di vista fisico, soprattutto per quanto riguarda il recupero delle forze tra una partita e l’altra.Gli azzurri, infatti, giocheranno tre partite in nove giorni, nel girone di qualificazione: debutto contro l’Inghilterra- Italia (15 giugno) a Manaus alle 24 ora italiana. Poi (il 20 giugno a Recife) la sfida contro il Costa Rica alle 18. Infine il match con l’Uruguay (il 24 giugno ore 18) a Natal. Tre città differenti con conseguenti spostamenti in aereo, che sommate al dispendio di forze fisiche, di partite così ravvicinate, possono veramente pesare nelle scelte finali del ct Prandelli.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Calcio, Juventus-Vidal: il Machester piomba sul cileno. Pronti 40 milioni di euro…

JUVENTUS-VIDAL- Mentre i bianconeri si preparano ad un finale di stagione da ...