Home / Cronaca / Minorenne costretta a prostituirsi: 5 arresti a Roma

Minorenne costretta a prostituirsi: 5 arresti a Roma

ROMA – Una tredicenne di Roma è stata più volte costretta dai familiari a prostituirsi: la ragazza, con i suoi guadagni, contribuiva al mantenimento dei parenti. La giovane inoltre era oggetto di maltrattamenti che andavano dalla denutrizione alla tortura.

A seguito delle indagini, partite nel dicembre del 2014, la Polizia ha messo le manette ai polsi di 5 persone, tra questi un sessantasettenne colto in flagranza di reato (l’uomo è stato sorpreso mentre all’interno della sua auto consumava un rapporto sessuale con la ragazzina), la nonna e la giovane zia della baby squillo.

La piccola protagonista dell’agghiacciante vicenda è stata intanto presa in custodia dalle forze dell’ordine che hanno subito richiesto l’intervento di uno psicologo. La bambina, malnutrita e del tutto incapace di leggere, era stata tra l’altro costretta, unico modo per evitare durissime pene corporali, a chiedere l’elemosina insieme alle sorelline.

La vicenda, proseguita poi con l’emissione di 4 ordinanze d’arresto ai danni degli sfruttatori e dei molestatori della minorenne, ha trovato adesso conclusione: la nonna e la zia della ragazza, intanto fuggite in Romania, verranno presto estradate in Italia, dove finalmente sconteranno la pena assegnata loro dai giudici.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Dieta estrema, morta donna a digiuno per 21 giorni

Una donna sarda di 57 anni è morta dopo aver osservato un ...