Home / Salute / Sessualità: è il DNA a decidere se è il momento di perdere la verginità

Sessualità: è il DNA a decidere se è il momento di perdere la verginità

A regolare la vita sessuale di ogni essere umano concorrono diversi fattori, alcuni dei quali sinora impensabili. Pare infatti che società, educazione religiosa, famiglia, amici, ecc. non siano gli unici elementi che spingano i ragazzi a cercare o rimandare il momento della perdita della verginità.

Secondo uno studio condotto recentemente dagli specialisti coordinati da John Perry e attivi nei laboratori della Cambridge University, la struttura genetica di un individuo può in tal senso avere un ruolo di primaria importanza. Pare ad esempio che i nostri geni conservino memoria dell’età materna al momento del primo parto o dell’ingresso biologico nell’età puberale.

Entrambi questi fattori influiscono con discreta importanza sulla spinta sessuale dell’individuo che tende a ricercare o ad allontanare la prima volta in relazione ad essi e alla relativa percezione del proprio orologio biologico. Generalmente quindi, così si evince da uno studio statistico, essere nati da madri ancora giovanissime ed essersi imbattuti in una pubertà precoce potrebbe voler dire anticipare la data della propria prima volta.

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Cancro alle ovaie: ancora una condanna per il talco Johnson & Johnson

Il cancro alle ovaie potrebbe manifestarsi a seguito dell’uso frequente di alcune ...